Docenti e non Docenti “Erasmus”

Mobilità per docenza (STA)

Questa attività permette al personale docente di istituti di istruzione superiore o al personale delle imprese di andare a insegnare presso un Istituto d’istruzione superiore partner all’estero. La mobilità del personale per l’insegnamento può riguardare qualsiasi ambito tematico /disciplina accademica.

Mobilità per formazione (STT)

Questa attività sostiene lo sviluppo professionale del personale docente o amministrativo di Istituti d’istruzione superiore nella forma di eventi di formazione all’estero (escluse conferenze) e periodi di osservazione in situazione di lavoro/formazione presso un Istituto d’istruzione superiore partner, o altra organizzazione d’interesse all’estero.


Requisiti di partecipazione

Possono partecipare tutti i docenti e personale amministrativo dell’Istituto, a condizione che rimangano in servizio presso il medesimo durante l’anno accademico 2024/2025.

Pre-requisito per l’assegnazione di ogni contributo, sia nel campo della mobilità per docenza che in quello della mobilità a fini di formazione, sarà la presentazione, da parte del candidato alla mobilità, dell’invito da parte dell’istituzione ospite e di un piano di lavoro concordato tra le Istituzioni, dove saranno indicati:

per insegnamento

  • le date di svolgimento;

  • l’attività didattica proposta illustrata nella forma di un breve programma di docenza contenente gli obiettivi, il valore aggiunto della mobilità, il contenuto della docenza e i risultati attesi;

  • gli obiettivi perseguiti e i risultati attesi.

per formazione
mobilità per formazione del personale, docente e amministrativo:

  • le date di svolgimento;

  • il piano di lavoro;

  • lo scopo dell’aggiornamento;

  • gli obiettivi perseguiti e i risultati attesi.

Durata dell’attività

Da un minimo di 2 giorni per i paesi europei o partner o 5 giorni per i paesi partner, a un massimo di 60 giorni, esclusi i giorni di viaggio. L’attività di docenza deve avere una durata minima di 8 ore di insegnamento se inferiore agli 8 giorni di mobilità. La mobilità per formazione non prevede invece un numero minimo di ore.

È possibile aggiungere alla mobilità per insegnamento un periodo di formazione.

Sostegno per la mobilità del personale

La borsa è obbligatoriamente destinata alla copertura delle spese straordinarie che il personale deve sostenere per la mobilità e non può essere utilizzata per le spese che si dovrebbe normalmente affrontare anche presso la propria università di appartenenza.

Le borse sono assegnate per le attività all’estero nel periodo dal 1 giugno 2024 al 31 luglio 2026. Tale periodo e l’ammontare delle borse di studio potranno essere soggetti a variazione. Essi verranno definiti in sede di convenzione finanziaria presumibilmente nel mese di luglio 2024.

Diaria giornaliera ammissibile fino al 14° giorno

Diaria giornaliera ammissibile dal 15° al 60° giorno

Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Islanda, Italia, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Svezia.

da 96 e 190 €

70% della diaria fino al 14° giorno

Cechia, Cipro, Estonia, Grecia, Lettonia, Malta, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna,

da 84 e 170 €

70% della diaria fino al 14° giorno

Bulgaria, Croazia, Lituania, Macedonia del Nord, Polonia, Romania, Serbia, Turchia, Ungheria.

da 71 e 148 €

70% della diaria fino al 14° giorno

Contributo per il viaggio

Il contributo per il viaggio, in base a quanto previsto dalla Guida del Programma è calcolato sulla base di scale di costi unitari per fasce di distanza.

Ricerca Istituto Ospitante

Si invitano gli interessati a selezionare gli Istituti partner del Bonporti come da apposita tabella pubblicata sul sito. È tuttavia possibile indicare altre Istituzioni al momento non convenzionate. Sarà poi cura dell’Ufficio Erasmus contattarle e definire la possibilità di creazione di un nuovo partenariato.

Domanda di partecipazione

La documentazione (in inglese) deve essere inviata esclusivamente via e-mailerasmus@conservatorio.tn.it entro

VENERDÌ 16 FEBBRAIO 2024 AD ORE 12.00

Documentazione richiesta:

  • Domanda di partecipazione;

  • Invito dell’Istituto ospitante.

Priorità seguita nell’assegnazione delle borse di mobilità

Nell’assegnazione delle borse per l’insegnamento sarà data priorità:

  1. alle attività nelle quali il periodo di insegnamento del docente ERASMUS sarà parte integrante del programma di studio dell’Istituto ospitante;

  2. alle attività di mobilità che saranno utilizzate per consolidare ed ampliare i rapporti tra istituzioni partner e per preparare futuri progetti di cooperazione.

  3. alle attività di mobilità che conducono alla produzione di nuovo materiale didattico;

  4. all’interesse del Mobility Program presentato in sede di domanda;

  5. ai docenti con minore esperienza di mobilità all’estero.

Nell’assegnazione delle borse per formazione sarà data priorità:

  1. alle attività che coinvolgeranno soggetti che risultano impegnati, o nella prospettiva di impegno, nel contesto dell’Istituzione, in relazione a progetti Erasmus e più in generale di cooperazione internazionale;

  2. alle attività di mobilità che saranno utilizzate per consolidare ed ampliare i rapporti tra istituzioni partner e per preparare futuri progetti di cooperazione;

  3. all’interesse del piano di lavoro e aggiornamento presentato in relazione all’area di lavoro del richiedente;

  4. ai soggetti che si recano all’estero per la prima volta nell’anno accademico interessato.

Adempimenti richiesti

I beneficiari di borse sia per mobilità ai fini di docenza che per formazione:

Prima della partenza, devono sottoscrivere:

  • un accordo di mobilità, in cui siano indicati gli impegni reciproci ed il periodo di svolgimento;

  • il programma di docenza o formazione (Mobility Program), parte dell’accordo, sottoscritto dall’Istituto di appartenenza e dall’Istituto ospitante prima della mobilità.

Al rientro, devono presentare:

  • l’attestazione, rilasciata dall’Istituzione ospitante, che attesta il lavoro svolto, con specificazione del numero dei giorni e delle ore di docenza o di frequenza;

  • questionario di fine mobilità (EUSurvey) che verrà richiesta online alla fine della mobilità;

  • gli originali dei documenti di spesa attestanti i titoli di viaggio (nel caso di viaggio, aereo le carte di imbarco).

IMPORTANTE: in caso di sopravvenuto impedimento alla realizzazione della mobilità, se ne dovrà dare comunicazione scritta alla Direzione e al coordinatore ERASMUS, dichiarando le ragioni che l’hanno impedita.


Avvertenza generale

Tutte le attività e i relativi finanziamenti previsti dal presente bando sono subordinati all’effettiva sottoscrizione dell’accordo finanziario AN/Erasmus+ Call 2024 tra l’Agenzia Nazionale Erasmus+ e il Conservatorio di musica “F.A. Bonporti”. Di conseguenza l’assegnazione formale ai vincitori delle borse di mobilità indette con il presente bando sconta l’imprescindibile condizione dell’avvenuta firma dell’accordo finanziario di cui prima è fatto cenno.

Per ulteriori dettagli si rimanda alla guida Erasmus+ disponibile alla pagina https://erasmus-plus.ec.europa.eu/it/erasmus-programme-guide